La visciolata nasce così

Oggi vi porto in un posto bellissimo, le colline di Pergola, dove da visciole mature e succose inizia la storia di un prodotto tipico eccezionale, la visciolata.

visciolata

Ringrazio Daniela dell’Azienda agricola Gentilini per avermi accolto tra le loro 580  piante di visciole, che sono lì dal 2002 e che regalano un eccellenza tra i prodotti tipici, il Visciolì.

Le visciole vengono raccolte a maturazione completamente a mano, una ad una, e a meno di due ore dalla raccolta vengono portate in cantina per la lavorazione.

In questi ultimi anni la raccolta avviene in due volte a causa di una doppia maturazione dovuta al cambiamento del clima.

Sono fatte scorrere su un nastro trasportatore per togliere eventuali foglie e piccioli rimasti, tutto sempre a mano.

Successivamente vengono macinate e messe in botte con zucchero e vino dove rimarranno fino che arriveranno i primi freddi.

La decantazione avviene in modo naturale e con l’arrivo dell’inverno si potrà procedere a l’imbottigliare.

Sul fondo delle botti, le vinacce rimaste non verranno buttate ma portate in distilleria Collesi per realizzare una buonissima grappa.

visciolata

Non ci resta che gustare un buon bicchiere di visciolata, magari con delle paste secche o del ciambellone, come vuole la tradizione !

Vieni a scoprire la galleria fotografica completa di questa giornata sulla mia pagina fb

 

 

Precedente Il Tres Julie e un sogno fatto di tradizioni e semplicità Successivo Festa della vitalba a Torricella

Lascia un commento

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.